Go ask the dust for any answers

Forse davvero sta finalmente arrivando l’estate. Nell’animo e nella testa intendo, più che astronomicamente.

Leggo un libro sulla Beat Generation, ascolto i RHCP, ritrovo un quarto di sorriso e il mio pessimismo cosmico inizia lentamente a sciogliersi al sole con una Peroni gelata.

Rubo questa settimana due citazioni da Calvino e Snoopy per ricordami che in fondo è tutta questione di aspettative, di come ci si pone di fronte alle cose. Intanto l’universo continua a girare, io sfaccio gli ultimi scatoloni, preparo le valigie per la Toscana (giovedì si parte) mentre Kiedis canta “never been a better time than right now”.

Le foto di questa settimana vanno dai gelati di Cecilia fino a vecchie immagini in bianco e nero dei miei genitori.

Protetto: Trasloco

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Posted in Uncategorized | Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Protetto: Family ties

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Posted in Uncategorized | Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Chotto a “massa zero”

Io aspirerei in teoria ad una vita contemplativa di riflessione, ma mi ritrovo ogni giorno in un vortice di vacuo dinamismo.

Mi consolo pensando che la stasi è in fondo non meno vacua e forse un po’ più noiosa. Penso anche di essere in buona compagnia visto che tutto nell’universo sembra in perpetuo movimento.

Ieri quindi ho finito di montare sedie e tavolo da pranzo, ho installato frigo e forno e ho fatto fare il primo giro esplorativo di casa nuova ad Edoardo e Cecilia che sembravano belli contenti.

Iliade, libro quarto

Manca più di un mese al trasloco ma già inizio a svuotare armadi e cassetti per liberarmi di vecchie cianfrusaglie.

Mi capitano tra le mani vecchi libri e rileggendo qualche verso di Omero mi chiedo se saremo mai lontanamente gli uomini valorosi lì descritti. Loro “gemiti e grida gioiose d’uccisori e d’uccisi”, io un fine settimana di scatole e sacchi della spazzatura e Gloria Gaynor come colonna sonora.