Storie di aeroplani e febbre

Maiko e i bimbi sono partiti giovedì sera per il Giappone.

La sera prima abbiamo festeggiato il compleanno di Maiko e poi abbiamo chiuso le valigie. Ovviamente con i bimbi però nulla e mai semplice ed Edoardo si è svegliato con 38.6 di febbre.

Per fortuna una giornata a guardare cartoni animati e un po’ di antipiretico prima del decollo hanno fatto la magia. Adesso loro tre sono lì e giocano felici (nonostante il gran caldo).

Io ancora a Parigi a lavorare per un paio di settimane, ma poi li raggiungo.

Intano pubblico un po’ di foto del compleanno, delle mie letture, dei giochi a Parigi prima di partire e infine del lungo viaggio (in cui Edoardo si è comportato benissimo e Cecilia ha invece pianto tanto!). Bravissima Maiko, coraggiosa e bravissima mamma.

Anche una piccola nota di cronaca. Il mio contratto in ESMA, qui a Parigi è diventato a vita. Forse sarò veramente un ‘euroburocrate’ per il resto dei miei giorni…