Gilets jaunes e sleep training

Mi asterrò da commenti socio-politici che lasciano il tempo che trovano, ma riporto per la cronaca che la nostra vita nel (relativamente) centro di Parigi si è svolta come al solito.

Di incidenti qui non se ne sono visti, la gente andava come al solito a fare la spesa e gli acquisti di Natale e l’unico inconveniente è stato qualche linea di bus sospesa e qualche fermata della metro chiusa.

Non nego di aver visto qualche giorno fa le scritte contro macron all’Arco di Trionfo , lì intorno qualche fermata dell’autobus distrutta e qualche vetrina di negozio coperta per precauzione. Nel resto della città però la vita prosegue come se nulla fosse e non si respira certo l’aria di rivoluzione.

Chiusa questa parentesi, passiamo alla nostra vita familiare. Cecilia ed Edoardo da ieri dormono finalmente insieme. Un po’ di sleep training e qualche lacrima (poche per la verità) ma tutto è andato bene. Speriamo continui.

Adesso le foto che sono molto più interessanti dei miei sproloqui.

2 risposte a "Gilets jaunes e sleep training"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...