Il lento dardo della bellezza

«La più nobile specie di bellezza è quella che non trascina a un tratto, che non scatena assalti tempestosi e inebrianti (una tale bellezza suscita facilmente nausea), ma che si insinua lentamente, che quasi inavvertitamente si porta via con sé e che un giorno ci si ritrova davanti in sogno, ma che alla fine, dopo aver a lungo con modestia giaciuto nel nostro cuore, si impossessa completamente di noi e ci riempie gli occhi di lacrime e il cuore di nostalgia.»

– F. Nietzsche (Umano, troppo umano. Dell’anima degli artisti e degli scrittori)

Les jardins du Luxembourg

Les jardins du Luxembourg

Scrivo dopo una giornata parigina di fine ottobre, segnata da un luminosissimo cielo, da un’aria fresca e dai colori dell’autunno.

Chiedere di più sarebbe quasi un peccato. Caro Saku sei fortunato ad unire in te le radici dell’immortale Roma, i grandi splendori e i piccoli vizi di Parigi e l’armoniosa l’austerità di Tokyo e del Giappone. Spero che assorbirai tutte queste cose ti circondano e che diventino per sempre parte di te.

Le Palais du Luxembourg

Le Palais du Luxembourg

Hai solo 6 mesi ma sembri avere già la saggezza dei secoli, capace come sei di ridere di tutto (e di strappare baci e sorrisi di ogni ragazza che ti si avvicina).

Bread & Roses

Bread & Roses, ennesima conquista

With mommy and daddy during our Saturday lunch

With mommy and daddy during our Saturday lunch

Continua la tua scoperta del cibo solido, che questa settimana di ha portato ad assaggiare patata dolce (mercoledì), tofu (venerdì) e rapa bianca (sabato). Tu sembri gradire tutto.

Trying tofu for the first time

Trying tofu for the first time

Inizi anche a gattonare sempre più deciso e ormai tenerti seduto durante il bagno è quasi un’impresa.
Io ci provo, ma finisco sempre bagnato da capo a piedi.

Bathing beauty

Bathing beauty

Naked!

Wild boys aways shine!

Grazie meraviglioso Saku, ogni giorno con te è divertentissimo (anche se faticoso!)

«Che cosa t’attenda in futuro, rinuncia a indagare:
qualunque altro giorno t’aggiunga il destino, tu devi
segnarlo all’attivo. Sei giovane
non disprezzare gli amori gentili, le danze,
fin tanto che il tuo verdeggiare rimane lontano da uggiosa canizie.»

– Orazio (Odi)

One thought on “Il lento dardo della bellezza

  1. Pingback: TOP Post dal mondo expat #13.10.14 | Mamma in Oriente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...