Pensare, per non essere vittima delle circostanze

Mentre scrivo chotto sto ascoltando un vecchio disco del pianista Horace Silver, intanto Maiko gioca per terra con Saku, la sorella e il piccolo Rihito e tutti beviamo tè verde o caffè e mangiamo un dolcetto giapponese.

Playing on the ground, at home

Playing on the ground, at home

Laughing with Kumi

Laughing with Kumi

Un po’ mi dispiace per voi che visitate il sito, durante questa mia parentesi nipponica, e magari vi aspettate foto di ciliegi in fiore, templi dorati e monaci scintoisti. Dovete capire però che per noi questi giorni sono dedicati a riallacciare rapporti in famiglia e con amici che non vediamo da un po’.

Potrà magari sembrarvi noioso, ma io continuo a ritenerlo un grande onore. Entrare nelle case dei giapponesi, dirsi veramente loro amico, non è cosa facile. Ogni giorno qui mi sento fortunato, e alla scoperta di un mondo nascosto a molti.

Saku & Kuriko (the "west side" photographer)

Saku & Kuriko (the “west side” photographer)

Nacchan's kind family

Nacchan’s kind family

At lunch

At lunch

Girlfriend (1)

…girlfriend 1

...and girlfriend 2

…and girlfriend 2

With daddy

With daddy

Saku in the Tokyo Metro

Saku in the Tokyo Metro

Saku Tokyo firefigther

Saku Tokyo firefigther

Chotto, relaxing

Chotto, waiting and relaxing

Una risposta a "Pensare, per non essere vittima delle circostanze"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...