Did I forget to mention, a little bit of tension makes the world alright

Erano anni che non mancavo il mio appuntamento settimanale con cotto (il sito) e non scrivevo almeno qualche riga.
La settimana scorsa  sono però sparito, sommerso, affogato.

Tutto va bene, fatemelo chiarire, ma forse lavorare nei campi sarebbe meno faticoso. Almeno lì quando piove ci si ferma, qui neanche quello.

Se guardo indietro vedo solo una montagna di ostacoli superati, se guardo avanti vedo che non è finita e che martedì e mercoledì sarò a Bruxelles, giovedì a Vienna (per lavoro) e venerdì poi in partenza per Tokyo (per una breve pausa di riposo).

Probabilmente la mia vita, fino ad oggi, è stato un allenamento per arrivare preparati a questo momenti quando lavoro, famiglia, casa, tutto sembra essere nel suo momento più importante e richiedere il massimo impegno.

Per tenere alto il morale, e non farsi travolgere, in sottofondo ultimamente sono tornato ad ascoltare Jamiroquai.

Affronto la sfida e la fatica con il sorriso, ma con estrema determinazione.

«Even if one’s head were to be suddenly cut off, he should be able to do one more action with certainty. With martial valor, if one becomes like a revengeful ghost and shows great determination, though his head is cut off, he should not die.»

– Hagakure

 

Prima di andare a fare le valigie, vi lascio – dopo questi deliri dettati dalla fatica – con un po’ di foto del piccolo Saku che oggi compie 5 mesi e diventa incredibilmente sempre più bello e più simpatico ogni giorno che passa.

Tanti auguri!

Tanti auguri!

Sleepy smile

Sleepy smile

Playing

Playing

Collage

Collage

Flying

Flying

Enyoing the new apartment

Enyoing the new apartment

Sitting! For the first time...

Sitting! For the first time…

Chotto, lost his mind

Chotto, lost his mind

It’s a new dawn, it’s a new day, it’s a new life

In sottofondo Nina Simone canta “Feeling good”, Saku cerca di schiacciare un pisolino, Maiko ed io ci guardiamo in giro e vediamo solo scatoloni.

Però ce l’abbiamo fatta. Siamo dall’altra parte.
Una nuova fase della nostra vita inizia oggi.

Confesso di essere stanco e dolorante e di riuscire quindi con difficoltà a scegliere le parole, vi lascio quindi a qualche immagine.

Casa vecchia invasa dai panda

Casa vecchia invasa dai panda

I nostri amati traslocatoti giapponesi alla riscossa

I nostri amati traslocatoti giapponesi alla riscossa

La culla di Saku passa dalla finestra

La culla di Saku passa dalla finestra

Saku pronto a partire

Saku pronto a partire

Hanno scritto il contenuto di ogni scatola, ma io rimango all'oscuro

Hanno scritto il contenuto di ogni scatola, ma io rimango all’oscuro

Casa nuova (all'arrivo)

Casa nuova (all’arrivo)

It’s a new dawn
It’s a new day
It’s a new life
For me

And I’m feeling good

Chill out (things gonna change)

Il titolo di oggi è ripreso da un brano del grande bluesman John Lee Hooker e spero sia benaugurante per il futuro.

Come potete immaginare siamo infatti nel pieno vortice di scatoloni, di tonnellate di roba vecchia da buttare, di polvere e muffa che cerchiamo di non portarci dietro nel nuovo, pulitissimo e luminoso appartamento di cui ci hanno consegnato le chiavi ieri.

Mancano ancora 7 giorni al trasloco vero e proprio ma, come per i viaggi nello spazio, in queste cose una preparazione perfetta è la chiave del successo della missione ed è di quello che mi sto occupando.

Ovviamente il tutto fatto nei ritagli di tempo, perché – fatevene un’idea dalla foto sotto – sono anche stato sommerso da ben seimila pagine (il numero è letterale, non un’iperbole) di documenti di lavoro da leggere e digerire in una manciata da settimane.

Per fortuna qui a Parigi fa fresco e sembra già autunno. Quindi ascolto John Lee Hooker in sottofondo e vado avanti per la mia faticosa strada, andando in direzione del futuro.

Solo alcuni degli scatoloni di roba destinata all'oblio

Solo alcuni degli scatoloni di roba destinata all’oblio

Casa nuova... prime immagini

Casa nuova… prime immagini

Saku prova il divano in salotto

Saku prova il divano in salotto

Chotto al lavoro, ovvero qualche centinaio delle migliaia di pagine da leggere su MiFID 2

Chotto al lavoro, ovvero qualche centinaio delle migliaia di pagine da leggere su MiFID 2

Aggiungo un post-scriptum con una una foto della cena di stasera.

Saku sente il richiamo delle origini italiane!

Saku sente il richiamo delle origini italiane!

Trasloco (again!)

Un post estemporaneo, di venerdì, per comunicare una notizia importante.

Io e Maiko, mai quieti e tranquilli siamo riusciti a trovare casa (ovvero appartamento) nuova.
Quindi mentre tutti voi a Ferragosto starete su qualche spiaggia o all’ombra un fresca pineta, noi staremo qui a lavorare durante la settimana e fare scatoloni e trasloco nei weekend.

La ditta che ci darà una mano è giapponese, e questo mi fa stare un po’ tranquillo. Certo però che non sarà facile.

Il cambio casa dovrebbe avvenire rapidamente e ci dovremmo spostare dall’altra parte il 15-16 di questo mese. Per ora fatevi un’idea con un paio di vaghe foto dal sito dell’agenzia immobiliare.

Vi terremo aggiornati.

The panda movers

The panda movers

Il salotto...

Il salotto…

...e la cucina

…e la cucina