La vescica natatoria

«And then went down to the ship,
Set keel to breakers, forth on the godly sea, and
We set up mast and sail on the swart ship»

– Ezra Pound (A draft of XXX Cantos, 1-3)

Domani si riparte all’alba, direzione Francoforte, dove mi attendo un paio di giorni di freddo, lavoro e la solita cena con enorme stinco di maiale e birra.

Frankfurt main

Frankfurt main

Ho studiato anni fa, che certi pesci non hanno vescica natatoria e sono costretti a mantenersi in moto costante per poter galleggiare.
Io mi sento un po’ così. Ho paura di fermarmi perché non ho idea di quali potrebbero essere le conseguenze. Meglio continuare a nuotare e non pensarci.

«Then we sat amidships, wind jamming the tiller,
Thus with stretched sail, we went over sea till day’s end.
Sun to its slumber, shadows o’er all the ocean,
Came we then to the bounds of deepest water»

– Ezra Pound (A draft of XXX Cantos, 8-11)

Sunday in the park

Sunday in the park

3 thoughts on “La vescica natatoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...