Una magnifica famiglia

Oggi sveglio alle 4 nel mio letto parigino per colpa del jet lag.
Bevo caffè e scrivo il blog in questa alba di domenica dopo essere sbarcato ieri sera (da solo) dal lungo viaggio da Tokyo.

Ci sono tante cose che potrei raccontare, ma oggi scelgo di dedicare il post alle meravigliose persone che lì mi hanno riempito di attenzioni, di cure, di favori.
Mi hanno ospitato a casa loro, mi hanno offerto deliziosi pranzi e cene in posti difficilmente raggiungibili da un occidentale, mi hanno riempito di regali, e mi hanno fatto veramente sentire in famiglia.

Sono orgoglioso e onorato di far parte del loro mondo.

Decollo da Narita: Tokyo sotto, sole rosso sull'ala e Fujiyama nello sfondo

Decollo da Narita: Tokyo sotto, sole rosso sull’ala e Fujiyama nello sfondo

Family

Family

Chotto e Sacchan

Chotto e Sacchan

Nacchan e Yoko-san dopo un pranzo da sogno

Nacchan e Yoko-san dopo un pranzo da sogno

Chotto, Mai, Micchan, Mamochan e Michiru

Chotto, Mai, Micchan, Mamo-chan e Michiru

Da notare che Mamo-chan è una specie di celebrità e – con una gran dose di autoironia, vi assicuro – mi ha anche regalato i suoi due ultimi CD e una maglietta a cui ha aggiunto una dedica con autografo… (dopo il pranzo a casa sua mi sono divertito a cercare i suoi concerti su youtube e confesso di essere rimasto stupito).

Star!

Star!

Kuriko davanti ad una incredibile Hot Pot

Kuriko davanti ad una incredibile Hot Pot (dentro quella pentola ci sono finiti chili di verdure, funghi, tofu, carne e pesce)

Con queste foto non sono neanche riuscito a coprire tutte le persone gentili che ho incontrato in questi giorni, ma penso che a darvi un’idea basti il fatto che quando sono partito sabato mattina all’alba (Maiko è rimasta per un’altra settimana in famiglia) ci sono volute due auto per quante persone hanno voluto accompagnarmi all’aeroporto… e per Narita ci vogliono due ore di macchina ad andare e due ore per tornare.
Una scorta degna di un corteo presidenziale e di cui posso solo ringraziare.

Arrivo a Parigi

Arrivo a Parigi

Ho portato con me qualche bottiglia di sakè e qualche piccolo ricordo, ma soprattutto la voglia di tornare presto in quel meraviglioso paese tra quelle generosissime persone.

どもありがとうございました

4 thoughts on “Una magnifica famiglia

  1. Solo ora trovo il tempo di leggermi i tuoi post e guardare le bellissime foto (e non sono ancora passata dal blog di Maiko).
    Quindi, con un pò di ritardo, vi auguro uno splendido 2013!!!
    Spero di riuscire a tornare in Giappone anche io presto 🙂

    Silvy

  2. Grazie Mariantonietta e grazie Silvana.
    Ricambio gli auguri.
    Maiko e’ ancora in Giappone ma io le ho rubato il pc portatile, quindi credo che per un aggiornamento del suo blog dovrete aspettare che torni domenica…
    Io oggi primo giorno di lavoro (e’ durissima)

  3. Uelcambech old chotto san. Per te un solo grande saluto japponese: Sotomayor!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...