Il viaggio (pochi grammi di coraggio)

Come si diventa filosofi con la casa vuota.
Sto seduto qui nelle nostre poche stanze in cui i suoni riecheggiano contro le pareti nude e gli armadi vuoti e rifletto sereno. Libero dal peso che le cose hanno su di noi.
Godendomi le mille allegre potenzialità del nulla.

Fino a poche ore fa era un caos primordiale di vestiti, scatole, oggetti dimenticati che fuoriscivano da posti che neanche ricordavo esistessero.

Zen Disorder

Stasera usciamo per una pizza perchè a casa non abbiamo più neanche un piatto o una forchetta.

Sopportiamo con gioia il peso della libertà!

2 risposte a "Il viaggio (pochi grammi di coraggio)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...