Zuccherini e batoste

“Si va avanti ritrovando i solchi lasciati dai nostri predecessori, eccitati, divertiti, facendo tutt’un fascio di buona e cattiva sorte – zuccherini e batoste, si può dire –  il pittoresco lascito assegnato a tutti, che tante cose riserba a chi ne avrà i meriti, o forse a chi avrà fortuna. Già si va avanti. E anche il tempo va, fino a quando innanzi a noi si profila una linea d’ombra, ad avvertirci che bisogna dare addio anche al paese della gioventù”

– Joseph Conrad

Eccomi di nuovo qui, dopo una settimana passata a Roma a chiudere casa, a vendere la macchina a passare le ore tra notai, carte e traslocatori.
A testa bassa e con l’aiuto di Mai, sono riusciti a finire tutto in una sola settimana.

Le mie origini

Mai (con nuovo taglio di capelli) ospite a cena da Nemo

Roma sento già che mi mancherà, ma la porterò sempre con me così come i tanti ricordi, libri e cose belle che ho inscatolato in questi giorni.

Un dettaglio delle tante scatole

Parigi ormai è davvero dietro l’angolo.

Countdown

Per fortuna dopo una settimana di impegni siamo anche riusciti a prenderci due giornate di riposo nel Chianti sulla strada del ritorno. Per rasserenare lo spirito, la pancia e anche le ossa stanche davanti al camino!

Ribollita

Caffè

Mai al sole tra gli ulivi

Chotto in cucina

Camino alla sera

Deliziosi spiedini, salsicce e fegatelli

Mentre preparo la cena stasera ascolto una bellissima canzone degli Akron Family.
Il testo dice solo questo:

Last year was a hard year
For such a long time
This year’s gonna be ours”

La linea d’ombra è stata passata. Vediamo cosa c’è oltre…

9 thoughts on “Zuccherini e batoste

  1. Ringrazio tutte e due! Le foto come al solito sono merito di Mai. Il cane invece è di mio padre che ci ha gentilmente invitato a cena e fatto riposare in quei difficili giorni… Nemo sarà felice dei complimenti!

  2. Bell’atmosfera! Si sente che c’è anche un po’ di impazienza per la nuova avventura nascosta tra la calma serafica!
    e poi quando vedo scritto “Chianti” mi cade una lacrimuccia perché ci ho vissuto e lo porto nel cuore.
    Ah, la ribollita! A trovarlo qua, il cavolo nero!

  3. Concordo sul Chianti, che anche a me mancherà da morire. Prima di partire ho fatto scorta di un paio di casse di vino e cinque litri d’olio. Spero di trovare un volo Parigi-Firenze che mi consenta ancora qualche fine settimana nella mia casetta toscana…
    Elle, posso chiederti Chianti dove? Mi incuriosisci!

  4. Chianti senese, una frazione di Castelnuovo Berardenga, più dalla parte di Siena, zona villa di Geggiano. Hai presente?
    L’ho girato in lungo e in largo (quello fiorentino un po’ meno), veramente ho girato tutta la Toscana: ogni weekend era buono per esplorare qualcosa.
    La tua casetta invece dov’è? Mi incuriosisci! 🙂

  5. ohh! quindi non eri lontana da casa mia. Io sto dalle parti di Gaiole in Chianti, a una trentina di chilometri da Siena.
    Il volo lo cercherei su Firenze perchè penso sia ovviamente l’aeroporto più vicino… (sperando poi qualcuno mi venga a prendere)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...