Anno nuovo

Come potete immaginare non sono giorni facilissimi.
Le giornate passano pienissime di impegni e di pensieri mentre devo chiudere la casa a Roma in cui viveva mia madre, frugando tra vecchi vestiti, ricordi, foto, piatti e mille cose del passato della mia famiglia.
Corro avanti e indietro tra Milano e Roma per chiudere due case e con esse, simbolicamente, anche tutto il mio passato.
La prossima partenza per Parigi assume quindi sempre più l’apparenza di un nuovo inizio, salpando verso l’ignoto senza porti di casa a cui tornare.
Mi preparo al meglio in questo poco tempo che rimane e ringrazio di cuore il preziosissimo aiuto di Mai, dell’amico Peppe (senza il quale sarei perso) e del trio Nano, Laura e piccola Elena che in tutto questo sono riusciti anche a farmi passare una tranquilla serata di Capodanno in piacevolissima compagnia.

Non vuole però essere un post triste. Ammetto che frugando nei vecchi cassetti ho trovato delle perle di assoluto valore che da preziosi cimeli mi porterò dietro nel mio viaggio.
E’ difficile scegliere, ma inizio dalla mia prima pagella di quando avevo 4 anni.
C’è una bellissima descrizione del piccolo Chotto. Leggo il “quadro psicologico” con cui mi avevano descritto, e confesso di sentirmi uguale ad allora.

Pre-school Chotto

Di seguito le foto del 31. Con un sincero grazie a tutti e cinque gli amici presenti.

Chotto e la piccola Elena

La passione per la lettura inizia presto

Un ottimo inizio d'anno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...