Nacchan e Yoko-san

Giornate di tappe forzate in giro per la Toscana per portare le due simpatiche ospiti arrivate da Tokyo a vedere un po’ di bellezze italiche.

Io guido, mangio a dismisura e per fortuna nel tardo pomeriggio riesco anche a farmi una nuotata in piscina.
L’idea di tornare a lavoro lunedì proprio non mi va…
Potrei forse riciclarmi come guida turistica!

Yoko, Chotto e Natsuki a San Gimignano

Maiko turista

Il Chianti

Scalando la torre del Mangia (Siena)

Cenetta a casa (con capesante, spigola e panforte)

Infine, last but not least, come direbbero gli inglesi… sono lieto di annunciare che l’amico Nano Sganga e Laura sono diventati finalmente genitori!
Onore alla chottocommunity che si allarga.

Formaggi e attese

Di passaggio veloce a Milano per prelevare domani sera a Malpensa l’amica di Mai in arrivo dal Giappone (con tanto di mamma) per dirigersi immediatamente in auto verso il Chianti.

Qui il caldo è ancora atroce e la città deserta.
Rientrare in casa, anche se solo per poche ore, mi da come sempre una strana sensazione. In fondo però siamo sempre in movimento. Metto a stendere gli asciugamani del mare, provo a far rivivere le poche piante sopravvissute alla calura estiva e già risalgo in auto per ripartire.

Nell’attesa di raccontarvi quello che accadrà nei prossimi giorni (farò da guida per la Toscana alle due ospiti che pare non parlino inglese) pubblico un po’ di foto. Come al solito ho mangiato, bevuto e riposato, ebbene sì.

Barbera, fichi e salame

Fiorentina, fegatelli e salsicce

Chotto, Papà Goriot e Nemo

Una segnalazione di merito per la foto a seguire, un paio di delizie arrivate direttamente da Parigi (grazie Nikolaj). Formaggi superlativi.

Dalla Francia

Visto il tema, mi concederete – per concludere – un passo dal mio libro di Balzac:

“Tragga lei le conclusioni. Ecco com’è la vita. Non è meglio della cucina, puzza altrettanto e bisogna sporcarsi le mani se si vuol combinare qualcosa; sappia soltanto cavarsela pulitamente: questa è tutta la morale della nostra epoca. Se le parlo così della gente, è perché me ne ha dato il diritto: io la conosco. Crede che la biasimi? Niente affatto. E’ sempre stata così e i moralisti non la cambieranno mai. L’uomo è imperfetto. A volte è più o meno ipocrita e gli ingenui dicono allora che è o non è di buoni costumi. Io non accuso i ricchi per difendere i poveri: l’uomo è lo stesso in alto, in basso, in mezzo. Su un milione di queste bestie elette, ci sono dieci compari che si pongono al di sopra di tutto, perfino delle leggi; io ne faccio parte. Lei se è un uomo superiore, proceda diritto e a testa alta. Ma bisognerà che lotti contro l’invidia, la calunnia, la mediocrità, contro tutti quanti.” 

(Vautrin, in “Papà Goriot”)

Oceans

Dopo settimane di assenza eccomi sulla via del ritorno.

Come ho passato queste giornate?

Immerso nell’acqua del mediterraneo, a scendere in apnea, in profondità, fino a dove mi portavano i polmoni per poi fermarmi in silenzio e immobile nel blu guardarmi in giro e riflettere – finalmente in pace – sul senso del tutto.

Forse questa è, ogni anno, l’essenza delle mie fughe estive.

Per poi capire cosa? Ovviamente quasi nulla, come al solito, ma prima o poi magari un barlume di idea di verrà oppure resterò felicemente laggiù insieme ai pesci e ai ricci di mare…

Riflessioni a parte in fondo questi giorni maddalenini sono trascorsi molto piacevolmente.

Chotto e aquilone

Dopo un annodi fatiche ho passato le giornate senza orologi, telefoni o pc, steso al sole sugli scogli, a passeggiare nelle pinete di Caprera e a leggere i miei splendidi libri di David Foster Wallace  e Kurt Vonnegut.

La Maddalena - Cala Gavetta

Caprera

Mai si è esibita con Lorighittas (pasta tradizionale sarda) e deliziosi scampi comprati all’alba al mercato del pesce dell’isola.

Cenetta estiva

Ogni anno in fondo torno soddisfatto anche se non trovo mai le risposte alle mie inutili domande esistenziali.

“Wouldn’t we all do better not trying to understand, accepting the fact that no human being will ever understand another, not a wife a husband, a lover a mistress, nor a parent a child? Perhaps thats why men have invented God – a being capable of understanding. Perhaps if I wanted to be understood  or to understand I would bam-boozel myself into belief, but I am reporter. God exists only for leader-writers.”

Mai, caffè e relax

Water

Adesso ancora qualche giorno di pace in Toscana aspettando l’arrivo della amica di Mai dal Giappone in 25 (con mamma al seguito).

Mai a Candeo

Beach

Flower

Blu

Come nota finale ringrazio tutti visto che durante questa pausa estiva chottomatteo ha superato i 10.000 visitatori!

WOW.

Midsummer Idleness

Cerco di non pensare allo strano attacco allergico che ha deciso di prendersi gioco di me rovinandomi le nottate e durante il giorno cerco sollievo nell’acqua gelata.

Nulla di grave, ovviamente.

Continuano così il dolce far nulla e le meditazioni indotte dalla quiete circostante.

Chotto, water & book

La colazione di Mai

Mattina

 

Chotto e Mai

Un saluto a Peppe che gira da solo in canoa nel silenzio del mare.

Forse in effetti “senza scopo, obiettivi, in mancanza di qualsiasi attività significativa” si sta meglio che in altro modo…

Continuiamo così allora.

 

 

 

 

 

Croccodiles

Breve post mentre aspetto il mio gin & tonic di aperitivo.

Oggi prima vera giornata di riposo e relax ed inizio finalmente a riprendermi.
Piscina e splendido libro di Paul Theroux che gira per l’Asia in treno.

Colazione di chotto in vacanza (ovvero "Easy Living")

Non ancora tutto sembra andare per il verso giusto.
Ma aspettiamo con pazienza.

L'aperitivo di ieri: bellini e panzanella

Frutta fresca e piscina

Io cerco di rifocillarmi per riprendere le energie.

Intanto però mando un pensiero a chi in questo momento non sta bene e a tutti quelli con cui mi sto sentendo in questi giorni per motivi “di lavoro”.

Due chili di orata per stasera

Speriamo le cose continuino in discesa.

Strane presenze in giro per Fontacaresi