Suttree

Stanotte mi è arrivato questo messaggio sul telefono: “Matteo raggiungimi: sto navigando sul Mekong, diretto verso il Laos su una barca di legno sotto il nubifragio. C’è una magia che solo tu puoi apprezzare.”

Mi sono commosso.

E mentre continuo a leggere il mio libro, “Suttree” di Cormac McCarthy, mi aggrappo alla speranza che le fughe e i sogni ancora esistano.

Suttree

“Suttree annui. Mi ricordo di zio Millo. Disperso con tutto l’equipaggio sotto il Capricorno su una chiatta carica di merda di uccelli in una notte di nebbia al largo della costa calcinata del Cile. Anime affidate alla clemenza del sale marino. Erano tredici anni che non tornava a casa. Stelle forestiere nelle notti laggiù. Un’astronomia completamente nuova. Mensa, Musca, Chamaleon.Costellazioni australi che la gente del Nord conosce appena. Che si increspano, si dissolvono nelle acque fredde e nere. Mentre lui nel suo paniere arrugginito dondola verso il fondo del mare in una fluttuante chiazza di guano. Quale è quella famiglia il cui albero genealogico non comprende un marinaio? Un idiota, un delinquente. Un pescatore.”

Per il cooking corner, in questo freddo novembre, riso, carne al curry e patate.

Riso & curry

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...