Male, white, corporate oppression (Sonic Youth)


Viole per l'inverno

“…all’epoca pensavo che la musica non avesse a che fare col suono quanto piuttosto con la percezione del suono che in un certo senso significa che per percepire che cos’è devi avere anche una qualche nozione di quello che potrebbe essere ma non è, il che include anche altri tipi di suono e anche il silenzio.

Qui Yamamoto attaccava a parlare dell’idea di frammento. Diceva che secondo lui devi essere capace di sentire come una cosa non funziona in quante parte di qualcosa di più grande per sentire come questo tutto invece funziona e che era proprio perché la gente non riusciva a sentirlo che accettava che dai pezzi si ritagliassero i movimenti.”

Un po’ di lavoro, la sera che arriva presto, una macchina diversa in garage, il thè caldo la domenica pomeriggio a casa dopo aver passeggiato in giro per il mercato dei navigli e a cercare fiori.

Cheese cake ai mirtilli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...