Psychedelic marble cake

Chotto riposa, cerca di riprendersi da una mezza influenza stando al caldo, lavora, mangia riso, guarda un bel film su Che Guevara e la rivoluzione, e legge.

Il tempo è poco e le cose da fare sono sempre tante, troppe, credo però che nessuno venga scoraggiato dalle difficoltà, ma solo dalla noia. Quindi meglio così.

Berkeley

“Per quanto accuratamente prepariamo un campione, utilizzando materiali purissimi e metodi di crescita dei cristalli particolarmente controllati, esisterà sempre un difetto – dovuto alla vibrazione termica degli atomi. Essi infatti non si trovano mai nel loro giusto posto nel reticolo. A temperatura ambiente vibrano con un movimento armonico apparentemente semplice intorno a circa 1023 HZ intorno a un’origine che coincide con la posizione geometrica del reticolo. Anche a temperature molto basse il punto zero del movimento continua ad essere presente.”

Movimento armonico apparentemente semplice. Sembra tanto Platone. O gli stoici.
Meraviglioso.

Fuori è buio e qui si sta benissimo.

Stasera cena di pesce, asparagi e vino bianco.

Lunedì si riparte all’alba. Intanto oggi giorno di halloween porto i miei auguri di buon compleanno al piccolo Michiru.

Male, white, corporate oppression (Sonic Youth)


Viole per l'inverno

“…all’epoca pensavo che la musica non avesse a che fare col suono quanto piuttosto con la percezione del suono che in un certo senso significa che per percepire che cos’è devi avere anche una qualche nozione di quello che potrebbe essere ma non è, il che include anche altri tipi di suono e anche il silenzio.

Qui Yamamoto attaccava a parlare dell’idea di frammento. Diceva che secondo lui devi essere capace di sentire come una cosa non funziona in quante parte di qualcosa di più grande per sentire come questo tutto invece funziona e che era proprio perché la gente non riusciva a sentirlo che accettava che dai pezzi si ritagliassero i movimenti.”

Un po’ di lavoro, la sera che arriva presto, una macchina diversa in garage, il thè caldo la domenica pomeriggio a casa dopo aver passeggiato in giro per il mercato dei navigli e a cercare fiori.

Cheese cake ai mirtilli

“Pepe”


Chotto e Peppe sui navigli

Arriva Milan-Roma e puntuale come sempre arriva la visita di Mr. Focone. Barba incolta, fiero accento romano, pigiama con cani e gatti e sacco a pello. Che altro dire, forse che in un solo giorno è già riuscito a rubare il cuore (e il numero di telefono) della simpatica amica giapponese di Mai con cui siamo usciti. Vero fascino ultras, innegabile.

Ultras sleeping

Lo aspettiamo di ritorno a breve, 7-8 novembre in occasione di Inter-Roma.

Human Behavior

Visita e cena di due buoni amici che ringrazio. Ordinata l’auto nuova. Primo splendido temporale della stagione.

Comprati un paio dio maglioni per l’inverno.

Imparato a fare il tempura. Ricevuti in regalo gli mp3 di tutti i dischi dei Beatles rimasterizzati. In attesa dell’arrivo del buon Peppe sabato prossimo. Finito il libro su Coltrane.

Francesco e Patty

Chotto Detersivo

Ho festeggiato un buona notizia a lungo attesa con un dolcissimo week-end di letargo.

Un passaggio di status che, per quanto importante, a casa è stato giustamente preso poco sul serio e mi ha meritato un nuovo soprannome dovuto a un malinteso sul significato della parola dirigente/detergente.

Maiko

In mezzo a ore di dolce riposo mi sono concesso, oltre ad un nuovo libro (che vedete sotto), anche un film giapponese del solito Miyazaki, “Il mio vicino Totoro” che, per quanto destinato ad una platea molto “giovane”, in fondo merita sempre…