Shhh/Peaceful

Primo test di lingua alla scuola di Mai con esito “molto buono”. E si passa al livello 2…

"Molto Buono"

E la convivenza continua e supera il primo mese. Nulla è semplice, ma cerchiamo di fare del nostro meglio!

Per il resto questa settimana registra un pranzo al sushi bar del food court di fianco al Duomo, l’acquisto di fragole allo yogurt e mandorle tartufate, la prima volta di Momofrà al ristorante giapponese, il 32esimo compleanno del Capitano, la mia prima volta in Bocconi, una domenica di Tacos messicani, una mostra d’arte sull’espressionismo americano ed il freddo che inizia a farmi tirar fuori i maglioni di lana.

Mandorle e caffè

Serious Chotto

Relaxed Chotto

The World Needs Strong Men

Fine settimana con ospite a cena i mitici Francisco “Momofrà” Monti e consorte. Mi esibisco in una pasta con patate, pinoli, maggiorana, olio d’oliva, parmigiano e filiettini di pomodoro fresco. Il risultato non è male, ma purtroppo seguito dal mio atroce pollo fritto. Dovrò rimediare e farmi perdonare. Comunque una bottiglia di Barbera fa superare anche i limiti linguistici che separano i contenenti.

Cena con Franjo e Patty

Francesco, Chotto, Mai

Domenica poi sveglia all’alba e treno dei pendolari per il Lago Maggiore. Tanti chilometri, un po’ d’aria fresca e una sana mangiata.

Non è una trasferta da ultras, ma perchè lamentarsi…

Mai al Lago Maggiore

Tra le foto di questa settimana, come sempre da non perdere, trovate anche le mie peregrinazioni per la città di Milano di notte…

Chotto in Brera

Art

The World Needs Strong Men

So much better on holiday

Svegliato come al solito la domenica dal suono della pioggia sulle finestre e dalle campane delle chiese milanesi, preparo cappuccino, corn flakes e rimedio con un po’ di Franz Ferdinand sullo stereo. Ieri ho comprato i biglietti per il concerto del 21 novembre ed inizio così a godere dei piccoli vantaggi di questa città.

Vista dalla mia finestra poco prima che iniziasse a diluviare

Kierkegaard’s Underwear

Questa settimana sul blog registro un’ottima cenetta a Le Barrique e i miei giri su una vecchia bicicletta trovata in un grande magazzino qui a Milano. Pagata pochi euro, ma spero utile in questa piccola e caotica città. Per ora intanto ci ha tenuto compagnia in questa calda domenica di inizio settembre.

Chotto in bici al Castello Sforzesco

Mai di ritorno a casa