Another road trip

Partiti ieri pomeriggio da Parigi in auto. Arrivati con il tramonto qui a Bruges, in tempo per vedere dalla finestra della nostra camera d’albergo le luci della città che si accendevano e facevano risplendere tutto sotto la pioggia.

Ieri sera cozze, birra e patatine fritte e poi tanto cioccolato e una buona dormita.

Oggi Ghent con amici con stufato di carne e ovviamente patate.

Domani il mare, grigio e freddo ma pur sempre mare.

Quando in questo delicato meccanismo di concetti difficili e sentimenti sublimi entrano d’improvviso i granelli di sabbia e di sudiciume della vita

Parigi paralizzata dagli scioperi, la temperatura è vicina allo zero, piove e mi si è rotto lo scaldabagno.

Io quindi sono a casa, provo senza successo a lavorare, ascolto Billie Eilish, leggo Nietzsche e gioco con i trenini con Cecilia ed Edoardo (anche le scuole sono chiuse).

Aspettiamo che passi.